Il ricordo di Mario Rorato

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">

Incontro al Parco fluviale presso il cippoDomenica 16 marzo, nella Messa delle 9 in Oratorio e poi con un momento al Parco Fluviale, si è ricordato Mario Rorato, il bambino di 9 anni ucciso 44 anni fa proprio sul posto dove da allora si trova il piccolo monumento.

Bepi (Giuseppe) Arvotti, il salesiano che da 54 anni opera nel nostro Oratorio e che ben ha conosciuto "Marietto", ha lodato questa iniziativa ideata dal gruppo "Sei di San Donà di Piave se...", che ha organizzato il semplice ma significativo momento di memoria e testimonianza.

Verso le 10.30 una cinquantina di persone (erano purtroppo assenti i ragazzi dell'ADS - Amici di San Domenico Savio - cui faceva parte Mario, perché impegnati a Jesolo per la "Festa del Ragazzo"), hanno dapprima ascoltato la riflessione preparata dal gruppo e la poesia di Hermann Hesse: "Per un bambino morto"; poi tutti assieme hanno pregato un Padre Nostro.

Leggi tutto

San Domenico Savio a San Donà

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">
urna con le reliquie di Domenico Savio nella chiesa dell'Oratorio (2004)San Domenico SavioLa devozione a san Domenico Savio (1842-1857) è tradizionale a San Donà di Piave, dove ormai numerosissimi hanno imparato a conoscere la figura e l'esempio del più famoso allievo di Don Bosco, che aveva visto nel giovinetto della "buona stoffa" per il Signore.
Il 12 giugno 1954 Pio XII proclamò Domenico Savio "Santo", ponendolo come testimone autorevole della Chiesa.
La piccola tomba del Santo si trova in un altare laterale della Basilica di Maria Ausiliatrice a Torino, dove è sepolto anche Don Bosco. Lì vicino sono sempre presenti fiocchi colorati, fiori e messaggi: sono le preghiere di ringraziamento o di supplica soprattutto delle mamme. Molte sono, infatti, le donne incinte che domandano intercessione a Domenico Savio, per problemi legati alla gravidanza.
In occasione del 50° anniversario della canonizzazione di Domenico Savio i salesiani organizzarono la presenza itinerante delle sue reliquie in diverse città d'Italia, dove si era evidente una notevole devozione popolare. Il 27 febbraio 2004, l'urna con le reliquie del primo santo di 15 anni è arrivata anche a San Donà di Piave.
La figura del giovane piemontese è particolarmente ricordata all'Oratorio Don Bosco dove, a metà degli anni '50, fu fondata l'associazione "Amici Domenico Savio" (ADS), tuttora attiva con aderenti dall'età delle elementari sino agli oltre vent'anni.
Leggi tutto

Una nuova missionaria sandonatese: suor Nazzarena Sabatino

suor Nazzarena SabatinoIl 13 gennaio 2013 parte per Cuba, quale nuova missionaria ad gentes, suor Nazzarena Sabatino, sandonatese Figlia di Maria Ausiliatrice, l’Istituto fondato da San Giovanni Bosco e Santa Maria D. Mazzarello.
Sr. Nazzarena è partita per il cammino vocazionale nelle FMA nel 1980, dopo gli anni giovanili trascorsi quale animatrice nell’Associazione Amici Domenico Savio dell’Oratorio Don Bosco.
La suora salesiana ha ricevuto il crocifisso e mandato missionario (assieme ad altri 74 educatori ed evangelizzatori, religiosi e laici, della Famiglia Salesiana) nella Basilica di Maria Ausiliatrice di Torino, per mano del Rettor Maggiore dei Salesiani, don Pascual Chávez Villanueva il 25 settembre 2011.
Dopo un anno di formazione specifica a Roma e in Spagna, ora sr. Nazzarena andrà in
Leggi tutto

Una nuova missionaria sandonatese: suor Nazzarena Sabatino

suor Nazzarena SabatinoDomenica 25 settembre 2011 la Congregazione Salesiana ha rinnovato il suo appuntamento con le missioni ad gentes.

Infatti, a Torino, il Rettor Maggiore dei Salesiani, don Pascual Chávez Villanueva nell’Eucarestia nella Basilica di Maria Ausiliatrice, fatta costruire dallo stresso Don Bosco, ha consegnato il crocifisso e il mandato missionario a 74 educatori ed evangelizzatori, religiosi e laici, della Famiglia Salesiana. È questa la 142^ spedizione missionaria salesiana, dopo il primo invio compiuto da Don Bosco nel 1875 per la Patagonia.

Tra i nuovi missionari, oltre a 31 Salesiani di Don Bosco (SDB), ci saranno anche 21 Figlie di Maria Ausiliatrice (FMA), l’Istituto fondato da San Giovanni Bosco e Santa Maria D. Mazzarello.

In particolare, due di loro due sono …

Leggi tutto

Un sabato pomeriggio al Piccolo Rifugio

Un gruppo di quindicenni e sedicenni dell’associazione ADS dell’oratorio, va alla scoperta della casa, e soprattutto per conoscere le ospiti. E per fare esperienza di servizio.

Hanno cominciato a dicembre, aiutando ad addobbare con i colori del Natale il Rifugio. Proseguono adesso, ogni sabato o quasi, mettendosi a disposizione per le necessità della casa, in accordo con le educatrici Ilaria, Francesca, Marta. A proporre e portarle al Piccolo Rifugio è stata la mamma di una di loro. “Sono volontaria al Piccolo Rifugio da 10 anni, e per me è una grande ricchezza. Quindi ho pensato che sarebbe stata una ricchezza anche per loro e ho lanciato la proposta. Mi sono resa disponibile per accompagnarle, ma non sono …

Leggi tutto

“Quelli dell’Oratorio”

È la simpatica iniziativa tenutasi domenica 23 gennaio  in Oratorio, nell'ambito dei festeggiamenti per la Festa di Don Bosco 2011. L'idea è stata quella di invitare per una mezza giornata assieme quelle persone presenti nelle diverse associazioni oratoriane (ADS, ACR, AGESCI e CL) negli anni '70-80-90.

I convenuti (oltre 130 con i vari figli) hanno potuto incontrarsi anche con i loro animatori salesiani d'allora: Bepi Arvotti, don Riccardo Michielan, don Guerrino Bordignon e poi don Fabrizio Emanuelli e naturalmente il direttore don Alberto Maschio, anch'essi tra i giovani di allora.

Leggi tutto

Il saluto intenso e dolente a Francesca Lucca

FrancescaLuccaEra il 27 luglio. Il saluto ad una ragazza di appena 12 anni morta in un tragico incidente stradale, è avvenimento anche troppo carico di emozioni, soprattutto se arriva al termine di una lunga festa come la Proposta Estate Ragazzi. Così è stato quello per Francesca. C'eravamo tutti, il parroco a presiedere, don Alberto a dire parole semplici ma toccanti e altri salesiani a concelebrare, in un duomo gremitissimo, soprattutto di ragazzi. L'emozione era grande, ma siamo riusciti a convogliare l'intensità dei nostri sentimenti verso un polo condiviso e superiore: la preghiera a Gesù Risorto, commentata dai canti del coro dell'oratorio e riassunta nel saluto che Filippo ha rivolto alla fine a nome di tutti i giovani amici. Per i genitori e per il fratellino Lorenzo il vuoto rimane incolmabile, ma la grande solidarietà della comunità ha offerto, crediamo, un sincero motivo di conforto e di speranza.

Il ricordo dell'animatrice di Francesca all'ADS, Chiara Succol
Grazie, Signore, per averci donato Francesca!
È già passato un mese dalla salita al cielo di Francesca e scrivendo questo articolo mi trovo a fare memoria di quei momenti che, per me, sono ancora molto vivi. E molto vivo è il sentimento di condivisione al dolore dei genitori che noi giovani e tutta la comunità di S. Donà continua a vivere.
Leggi tutto

Gianni Bonato – Una figura ancora viva nella memoria e nell’esempio

Sono passati poco più di 45 anni da quel 4 ottobre 1961, festa di S. Francesco, quando in un incidente stradale a pochi metri da casa, moriva il tredicenne Gianni (Giovanni) Bonato, seminarista. Nella memoria e nel cuore dei familiari e di quanti l’hanno conosciuto è come fosse ieri. Si ricorda allora – pur in poche righe – questa bella figura di giovinetto, il cui esempio andrebbe sicuramente fatto conoscere e proposto…

La figura un po’ gracile, i capelli neri, gli occhi azzurri e una leggera fossetta sul mento. Così appare Gianni Bonato sulla foto della copertina del libretto a cura del prof. don Mario Battiston, allora assistente del Seminario Vescovile di Treviso, che delinea i tratti della vita del …

Leggi tutto

Le reliquie di S. Domenico Savio a San Donà

In occasione del 50° anniversario della canonizzazione di Domenico Savio (1842-1857), i salesiani hanno organizzato da febbraio ad aprile 2004 la presenza itinerante delle reliquie in diverse città d’Italia, dove si è evidenziata una notevole devozione popolare. Il 27 febbraio scorso, l’urna con le reliquie del primo santo di 15 anni è arrivata anche a San Donà di Piave.
La figura del giovane piemontese è particolarmente ricordata all’Oratorio Don Bosco dove, a metà degli anni ’50, fu fondata l’associazione “Amici Domenico Savio”, tuttora attiva con aderenti dall’età delle elementari sino agli oltre vent’anni.
Leggi tutto