P. Marcello Sorgon: “Torno anche per condividere l’esperienza missionaria”

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">
P. Marcello Sorgon, carmelitano scalzo, dal 1973 in MadagascarP. Marcello partì per il Madagascar 40 anni fa, con il quarto gruppo missionario dei Carmelitani Scalzi della Provincia Veneta: i primi tre padri (tra cui il confratello e cugino p. Sergio Sorgon) arrivarono nell'"Isola rossa" nel 1969.
Dopo due anni è rientrato in Italia per un consueto breve periodo di riposo, in cui approfitta anche "per sensibilizzare e condividere l'esperienza missionaria".
P. Marcello Sorgon ha incontrato volentieri il Gruppo Missionario "P. Sergio Sorgon" nella nuova sede ricavata nei locali rinnovati al piano terra della casa parrocchiale, lunedì 27 maggio scorso.
"L'importante non è il fare, ma il vivere la missione: chiamata e missione fanno parte della vita cristiana." Racconta di un Paese in cui stanno aumentando i poveri: lo si vede dalle sempre più numerose persone che nei dintorni della capitale vanno a rovistare nelle discariche; sono molti i funerali di persone giovani e pochi arrivano alla vecchiaia.
Se a livello sociale si sta peggiorando, la Chiesa cattolica invece, pur con le sue difficoltà, sta camminando bene e non mancano le vocazioni...

La fede cristiana in Madagascar
Leggi tutto

Ci scrive padre Marcello Sorgon dal Madagascar

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd"> Itaosy, 01.02.2013

don Marcello Sorgon, missionarioCarissimi del Gruppo Missionario "P. Sergio Sorgon"

Mi dispiace di rispondere sempre in ritardo alle vostre lettere, ma vi assicuro che non vi dimentico, e non posso dimenticare, per l'affetto e l'incoraggiamento con cui mi accompagnate. Devo anche a voi se continuo la mia vita missionaria con coraggio ed entusiasmo, nonostante la mia età (72 anni).
Ricambio gli Auguri di Buon Natale e di Buon Anno. Auguri che ci scambiamo come cristiani nella gioia perché Dio che si è fatto uomo è sempre con noi fino alla fine del mondo e continua a rinnovare la nostra vita e la nostra storia con il suo amore misericordioso.
Rientrerò il 17 aprile in Italia, dove mi fermerò fino alla fine di maggio. Spero di poter incontrarmi con voi nella preghiera e nello scambio di esperienze...
A maggio ci saranno le elezioni politiche qui in Madagascar e ... voglio sperare in un avvenire migliore per questo popolo semplice, che si fa amare e ha fiducia in Dio.
Leggi tutto

Padre Marcello Sorgon dal Madagascar ci chiede una preghiera particolare

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">

Benedetto XVI: la comunità internazionale non dimentichi il Madagascar.
11 marzo 2012: Dopo l'Angelus di oggi il Papa ha ricordato le care popolazioni del Madagascar che sono state colpite da violente calamità naturali, con gravi danni alle persone, alle strutture, alle coltivazioni. Ha inoltre assicurato la sua preghiera per le vittime e per le famiglie maggiormente provate auspicando e incoraggiando il generoso soccorso della comunità internazionale.

La tempesta tropicale ha causato 110 vittime e 300.000 senza casa. 

Padre Marcello Sorgon, missionario sandonatese in MadagascarItaosy, 06.01.2012

Carissimi del "Gruppo Missionario P. Sergio",

ho ricevuto i vostri Auguri di Buon Natale e Buon Anno, che ricambio di cuore e con tanta riconoscenza.

Vi incontro sempre volentieri quando rientro in Italia, perché vi sento tanto presenti nella mia missione qui in Madagascar.

Noi missionari stiamo diminuendo, ma la Chiesa sarà sempre missionaria per la vostra opera e per la vostra preghiera che è la vera forza della Chiesa.

Il vero missionario è Gesù Cristo: è lui che salva, che converte, che chiama gli uomini a seguire Lui – Luce del mondo. Noi siamo chiamati a renderlo presente nei luoghi in cui ci troviamo a vivere.

Leggi tutto

Padre Marcello Sorgon ha incontrato il gruppo missionario

Padre Marcello SorgonP. Marcello Sorgon, carmelitano scalzo sandonatese, in Madagascar da 38 anni, a pochi giorni dal suo rientro in missione, ha voluto incontrare i componenti del Gruppo Missionario "P. Sergio Sorgon", il cui nome deriva appunto da quello del cugino e confratello, ucciso nell'Isola Rossa nel 1985.

Prima di raccontare alcuni episodi del suo passato ed attuale operato, ha voluto fare una premessa indispensabile, che sente necessaria dopo i vari incontri con i gruppi qui in Italia.

"Prima di voler fare i missionari o di aiutarli, bisogna essere missionari; è necessario essere aperti al mondo, non chiusi nei nostri problemi". Ancora, p. Marcello ha ricordato che non deve essere il "fare" la prima preoccupazione, ma il domandarsi come vivere la missionarietà, cui tutti siamo chiamati.

"Bisogna avere la passione di amare tutti gli uomini, con la dimensione del cuore di Cristo; bisogna sforzarci a portare nel cuore tutta l'umanità e anche quelli che non sopportiamo, che non amiamo, senza preoccuparsi di non essere ricambiati. Tutti sono infatti nostri fratelli in Cristo, anche se ci fanno del male".

Leggi tutto

Carissimi fratelli e sorelle… una lettera di p. Marcello Sorgon

Itaosy 22-11-10

Carissimi fratelli e sorelle del Gruppo Missionario, ogni bene e sempre tanta fiducia nel Signore che è accanto a noi ogni momento della nostra vita (...)

Vi ricordo sempre con tanta simpatia, stima e riconoscenza. Continuiamo sempre insieme a fare un po' di bene per i più poveri del mondo. La situazione qui in Madagascar, al momento in cui vi scrivo, è molto incerta e confusa, (...)

Speriamo bene! La mia Opera missionaria continua sempre con entusiasmo, anche se sento il peso degli anni (sono prossimo ai 70). Ho una forma di artrosi reumatica che mi dà fastidio, rende un po' più lenti i miei movimenti, però, se non aumenteranno, posso tener duro e continuare.

Leggi tutto

P. Marcello Sorgon ci scrive dal Madagascar – 23.06.2009

Carissimi Amici del Gruppo Missionario "P.Sergio"

Vi ringrazio dei 1.000 euro per la mia Missione, ma vi ringrazio soprattutto per l'incoraggiamento che mi offrite con la letterina accompagnatrice degli euro.
Grazie a Dio sto vivento un momento abbastanza sereno della mia vita, sento che veramente la Pace di Cristo e la forza del suo Spirito mi accompagnano ogni giorno.

Non mancano i problemi, sarei un illuso se pensassi di farne a meno: con 45.000 cattiolici nel Distretto di cui sono un pò responsabile, con 7.000 allievi nelle scuole cattoliche di cui sono ancora un pò responsabile, con tanti poveri che bussano alla porta ogni giorno, nonostante ognuna delle dieci Comunità cristiane del Distretto abbia la sua struttura sociale per curare i più poveri, non possono mancare i problemi.  Sento la mia fragilità e i miei limiti, nonostante questo i cristiani danno tanta soddisfazione per la loro collaborazione in tutti i campi.

Leggi tutto

Lettera di p. Marcello Sorgon – Madagascar – pasqua 2007

Itaosy, 05.07

Carissimi del " Gruppo Missionario", ogni bene e un sempre attuale augurio di Buona Pasqua.

Vi auguro proprio che la Pasqua sia stata per ognuno di voi un vero passaggio a una vita sempre più serena e fiduciosa.

Se crediamo che in Gesù Cristo risorto Dio è sempre con noi e in noi, cosa ci manca? Non è lui il tutto per noi sue creature, amate d'un amore  al di là del nostro pensabile!

Anch'io mi sento sempre in profonda comunione con voi: i miei rari incontri con voi mi sono utili e, direi anche, necessari per continuare la mia donazione ai fratelli più poveri.

Leggi tutto

Lettera di p. Marcello Sorgon – Madagascar – dicembre 2006

Itaosy, 06-12-2006

Carissimi del " Gruppo Missionario-P.Sergio Sorgon",

Ho qui davanti a me la vostra lettera con gli Auguri Natalizi e con tutte le vostre firme, che mi confermano che la nostra amicizia non è generica, ma personale: Ognuno di noi si sente riconosciuto come fratello e sorella nella nostra comunione di vita e di impegno missionario.
E' proprio in questa amicizia sincera che vorrei rispondere ai vostri auguri. Mi sento unito a voi nella celebrazione del mistero del Natale che ci sta tanto a cuore. Non possiamo restare indifferenti a questo mistero che ci riguarda da vicino. E' per me, per te, per voi tutti che Dio si è fatto uomo, ha preso la natura umana con tutte le sue debolezze e tutti i suoi peccati per santificarci, per farci figli di Dio.

Leggi tutto

Lettera di p. Marcello Sorgon – Madagascar – marzo 2005

Itaosy, 23.03.2005

Ai fratelli e sorelle del Gruppo Missionario "P.Sergio Sorgon" di San Donà di Piave.

Permettetemi di iniziare subito con un GRAZIE di cuore per l'aiuto che mi avete inviato per la scuola di Itaosy (1500 E). Ci avete offerto una buona boccata di ossigeno per riprendere i lavori. Stavamo per bloccare tutto per mancanza di fondi. Ma quello che è meraviglioso è che io non vi ho mai chiesto nulla per questi lavori, quindi l'iniziativa, certamente, parte da P. Italo che ci ha lasciato qui il cuore, anche se lo so sereno nella sua missione trevigiana. Sono profondamente commosso perchè sento quanto mi siete vicini e quanto volete bene a me e ai fratelli malgasci.

Leggi tutto

Lettera di p. Marcello Sorgon – Madagascar – dicembre 2004

Itaosy, 17.12.2004

Carissimi del "Gruppo Missionario", ogni bene e sempre tanta serenità nel Signore.

Ho ricevuto i vostri auguri di Natale: vi ringrazio di cuore per la passione missionaria che vi accompagna sempre. Mi è piaciuta la frase che avete scelto per lo scambio di auguri:

"Ritroviamo con stupore il dono d'un Dio Bambino che si mette nelle nostre mani... perchè impariamo a mettere la nostra vita nelle sue...". Che il Natale ci aiuti a esperimentare la verità di queste parole: Dio che si è fatto Bambino, ha accolto in sè la nostra estrema debolezza, si offre a noi pienamente, affinchè anche noi ci offriamo a lui senza esitazione.

Leggi tutto