L’arte di curare i malati

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">

Editoriale del Direttore della Caritas diocesana

Caritasdon Davide Schiavon

Ogni giorno i nostri occhi incrociano quelli di molti fratelli sofferenti che sembrano essere risucchiati dal dolore e dall'angoscia. Lo sguardo di ogni persona cela pensieri e sofferenze che possono trovare ristoro e vera consolazione solo nel cuore di Cristo, nella sua infinita Carità. Non è importante se quegli occhi serbano il segreto intimo di una sofferenza che si incisa nella carne attraverso la fame, la guerra, la povertà, la malattia , ... L'invito è a farci prossimo verso ogni uomo, verso ogni carne ferita, ogni cuore sanguinante ...

Siamo chiamati a prenderci cura dei fratelli, a percepire nella parte più intima del nostro cuore che siamo chiamati ad esprimere e tradurre con le scelte della vita il nostro personale e prezioso I care nei confronti delle vicende dell'uomo, di ogni uomo. Siamo invitati a condividere le gioie e i dolori degli uomini e delle donne del nostro tempo. La cura più che una tecnica o una virtù tra le altre, rappresenta un'arte, un paradigma nuovo di relazione verso la natura e verso le relazioni umane, amoroso, diligente e partecipativo.

Riprendo alcune idee collegate ad atteggiamenti che devono essere presenti in chi si prende cura e a cuore chi soffre. Vediamone alcuni tra gli altri.
Compassione: la capacità di mettersi al posto dell'altro e provare le stesse emozioni. Non trasmettergli l'impressione che chi soffre è solo ed abbandonato al suo dolore.
Leggi tutto

Giornata del malato 2014

Crocefisso, Giotto S. MAria Novella - Firenze22a Giornata mondiale del malato.
Fede e carità: «Anche noi dobbiamo dare la vita per i fratelli» (1 Gv 3,16)
Legggi il messaggio di papa Francesco

Preghiera del malato
Ti rendiamo grazie e ti benediciamo
Padre santo e misericordioso,
perché hai tanto amato il mondo da dare a noi il tuo Figlio.

A te signore della vita,
che doni forza ai deboli
e speranza a quanti sono nella prova,
ci rivolgiamo fiduciosi.

Manda il tuo Santo Spirito
perché spinti della carità di Cristo
che sulla croce ha dato la sua vita per noi,
anche noi doniamo la vita per i fratelli.

Giunga a tutti o Padre, la parola che risana.
Guarisci i malati, consola gli afflitti,
e con Maria, …

Leggi tutto

Finalmente si può ottenere la terapia del dolore

terapia del doloreUna legge importante è stata approvata il 4 marzo 2010 dal nostro Parlamento, quasi all’unanimità, sulla terapia del dolore.
Il testo dà il via libera a regole meno macchinose per l’accesso ai farmaci antidolore e a alle cure cosiddette palliative (dal latino ‘pallium’, mantello).
La legge assicura da parte dell’istituzione sanitaria quelle prestazioni che migliorano la qualità della vita dei malati e delle loro famiglie, soprattutto quando si trovano ad affrontare i problemi di una malattia inguaribile o di una situazione terminale del malato. Le cure comprendono la terapia del dolore, ma anche l’approccio globale alla persona malata, compresi gli aspetti psicologici, sociali e spirituali legati alla malattia e all’eventuale assistenza domiciliare in collaborazione con la famiglia del
Leggi tutto

Giornata mondiale del Malato 2009: messaggio del papa

Il messaggio del papa dedicato in particolare ai bambini malatiCari fratelli e sorelle,

la Giornata Mondiale del Malato, che ricorre il prossimo 11 febbraio, memoria liturgica della Beata Maria Vergine di Lourdes, vedrà le Comunità diocesane riunirsi con i propri Vescovi in momenti di preghiera, per riflettere e decidere iniziative di sensibilizzazione circa la realtà della sofferenza.

L'Anno Paolino, che stiamo celebrando, offre l'occasione propizia per soffermarsi a meditare con l'apostolo Paolo sul fatto che, "come abbondano le sofferenze del Cristo in noi, così per mezzo di Cristo abbonda anche la nostra consolazione" (2 Cor 1,5). Il collegamento spirituale con Lourdes richiama inoltre alla mente la materna sollecitudine della Madre di Gesù per i fratelli del suo Figlio "ancora peregrinanti e posti in mezzo a pericoli e affanni, fino a che non siano condotti nella patria beata" (Lumen gentium, 62).
Quest'anno la nostra attenzione si volge particolarmente ai bambini, le creature più deboli e indifese e, tra questi, ai bambini malati e sofferenti.

Leggi tutto

150° Anniversario di Lourdes

Prima apparizione: 11 febbraio 1858

“Da allora ad oggi, un pellegrinaggio ininterrotto, un fiume umano senza pari di malati, famiglie, volontari, operatori sanitari ha portato alla Vergine Santissima il cammino della vita che vive la realtà della malattia.
Lourdes non è prima di tutto il luogo dei miracoli, è sopratutto il luogo di coloro che fanno delle loro povertà un grido di fede e lo presenano al Signore per le mani di Maria…
Dire Lourdes è dire Maria che nella cura dei sofferenti è icona esemplare e stella che risplende come Salus e Mater infirmorum (salvezza e Madre degli infermi)…”

Nota CEI per l’11.02.2008
Leggi tutto