I preti del vicariato si informano sul Centro Iris

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">

IrisI preti del vicariato hanno dedicato una ‘congrega’ (riunione mensile) per ascoltare la dott. Gherela, responsabile della nuova struttura, inserita nella Casa di riposo di S. Donà. L’intervento è stato molto gradito ed ha aiutato a capire perché chi usufruisce di questo nuovo servizio esprima grande apprezzamento: competenza, rispetto, umanità.  Buon lavoro!

Approfondimento Dal sito della Casa di Riposo (https://www.cdrmonumento.it/):

IRIS Centro Specialistico Cure Palliative HOSPICE 

È ubicato all’interno del Centro Servizi Casa di Riposo Monumento ai Caduti in Guerra.

Si pone come abitazione alternativa, offrendosi come sostituzione residenziale temporanea per le persone con malattie in fase avanzata a rapida evoluzione, per i quali ogni terapia finalizzata alla guarigione della malattia di base non è possibile.

Leggi tutto

Il nuovo Centro “IRIS”

La sera del 27 maggio, al Centro culturale si è dato appuntamento un numero grande di persone, che hanno voluto manifestare la loro solidarietà con la Casa di riposo di S. Donà che ha preso l’iniziativa di ospitare e rendere funzionante un “centro specialistico di cure palliative per la terapia del dolore”, detto anche Hospice.

L’hospice offre l’opportunità di affermare il valore della vita, provvedendo ad alleviare la sofferenza della persona malata, restituendo dignità nella fase terminale della malattia, offrendo anche alla famiglia un sostegno per accompagnare la persona cara nel rispetto della sua dignità in un ambiente sereno e positivo. Con il centro IRIS la città di S. Donà si è collocata all’avanguardia della moderna terapia del

Leggi tutto

Finalmente si può ottenere la terapia del dolore

terapia del doloreUna legge importante è stata approvata il 4 marzo 2010 dal nostro Parlamento, quasi all’unanimità, sulla terapia del dolore.
Il testo dà il via libera a regole meno macchinose per l’accesso ai farmaci antidolore e a alle cure cosiddette palliative (dal latino ‘pallium’, mantello).
La legge assicura da parte dell’istituzione sanitaria quelle prestazioni che migliorano la qualità della vita dei malati e delle loro famiglie, soprattutto quando si trovano ad affrontare i problemi di una malattia inguaribile o di una situazione terminale del malato. Le cure comprendono la terapia del dolore, ma anche l’approccio globale alla persona malata, compresi gli aspetti psicologici, sociali e spirituali legati alla malattia e all’eventuale assistenza domiciliare in collaborazione con la famiglia del
Leggi tutto