Messa del vescovo con affidamento a Maria

Mons. Tomasi: “Maria, Madre della Chiesa: a te ci affidiamo in questo tempo di prova”

S. messe presiedute dal vescovo Michele e trasmesse in diretta sulle reti televisive Antenna 3 (canale 13) e Reteveneta (canale 18), domenica 15 ore 15.00 (messa alla “Madonna Granda” di Treviso con affidamento della diocesi a Maria), e domeniche 22 e 29 marzo. Altre messe nelle festività di San Giuseppe (19 marzo) e Annunciazione del Signore (25 marzo).
Diretta streaming su www.lavitadelpopolo.it, www.diocesitv.it e sulla …

Leggi tutto

Incontri di spiritualità al Piccolo Rifugio: “Nella tua messa, la nostra messa”

Fondazione Piccolo Rifugio e Istituto secolare Volontarie della Carità organizzano un ciclo di incontri di spiritualità intitolato “Nella tua messa, la nostra messa”. Un sabato mattina al mese, dalle 9.45, nella Cappella dell’Adorazione del Piccolo Rifugio di San Donà. Guida la riflessione  don Antonio Guidolin.

Calendario degli incontri: Nella tua messa la nostra messa

9 dicembre: “Continui a radunare intorno a Te un popolo”. La vita è accoglienza
20 gennaio: “Confesso a Dio, e a voi fratelli, che ho molto

Leggi tutto

A messa con i piccoli. Suggerimenti dai catechisti battesimali

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">

A messa coi piccoliGRUPPO DEI CATECHISTI BATTESIMALI - QUARESIMA 2014

Cari genitori, questa volta condividiamo con voi alcune riflessioni sulla Messa con i bambini, anche piccolissimi, attingendo all'esperienza delle nostre famiglie. (scarica tutto il testo in formato pdf)

* Con il Battesimo ogni bambino vive una relazione forte con il Padre, con  Gesù e con lo Spirito Santo che trova alimento nella fede della Chiesa, in comunione con i genitori e nella vita concreta della comunità cristiana.

* Nella liturgia battesimale abbiamo pregato perchè ogni bambino “possa ascoltare presto la Parola di Dio e professare la fede”. Tutto questo si costruisce in famiglia e in chiesa in continuità con l'accoglienza battesimale.

* L'educazione alla fede si attua fin dalla più tenera età coinvolgendo i bambini nella nostra esperienza religiosa. “Guardandoci”, nei gesti e nelle parole che condividiamo con loro, scopriranno che il Signore è presente primariamente in ciascuna nostra famiglia.

Leggi tutto

Verbale del Consiglio pastorale parrocchiale di lunedì 20.01.2014

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd"> L'assemblea si riunisce alle ore 20.45 a Casa Saretta.

O.D.G.
• Preghiera iniziale.
  1. Ripresa delle domande poste nell'ultimo CPP circa la liturgia, il ministero dell'annuncio e le azioni caritative.
  2. Alcuni orientamenti da prendere.
  3. Il rinnovo del Consiglio Pastorale Parrocchiale.
  4. Varie ed eventuali.

- Momento di preghiera preparato e condotto da Paolo Facci.

1. Il Parroco introduce l'incontro (vedi allegato), sottolineando l'utilità di soffermarsi ulteriormente sulle domande su cui si è riflettuto lo scorso CPP, al fine di dare delle risposte a partire dall'esperienza personale vissuta nelle nostre liturgie domenicali. A tal scopo ci si divide in due gruppi che, dopo circa un'ora di lavoro, si riuniscono e relazionano su quanto discusso, come di seguito riassunto.

La Messa in Duomo viene vissuta come solenne e ciò aiuta alla preghiera. Sono importanti i momenti di silenzio, anche se sono un po' carenti durante la Comunione. Il silenzio dopo al Comunione favorisce il rapporto personale con il Signore.

Alcuni atteggiamenti (per es. canto non corale, il non inginocchiarsi durante la Consacrazione da parte di alcuni, la lentezza del canto ecc.) creano distrazione. A tal proposito, si auspica un'informazione sulle corrette posture da tenere nei diversi momenti liturgici. La presenza dei libretti aiuta il canto. Si nota poi la mancanza di chierichetti e ancelle.

Leggi tutto

A messa senza orologio

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">

Messa di Papa FrancescoA cinquant'anni dalla promulgazione del documento Sacrosanctum Concilium, il primo del Concilio Vaticano II e dedicato alla liturgia, Papa Francesco ha dedicato la sua omelia del 10 febbraio a S. Marta alla messa: "A messa senza orologio".

Questa l'interessante sintesi fatta dall'Osservatore Romano.

Alla messa non si va con l’orologio in mano, come se si dovessero contare i minuti o assistere ad una rappresentazione. Si va per partecipare al mistero di Dio.

Per spiegare il senso di questo incontro ravvicinato con il mistero, Papa Francesco ha ricordato che il Signore ha parlato al suo popolo non solo con le parole. “I profeti – ha detto – riferivano le parole del Signore. I profeti annunziavano. Il grande profeta Mosè ha dato i comandamenti, che sono parola del Signore. E tanti altri profeti dicevano al popolo quello che il Signore voleva”. Tuttavia “il Signore – ha aggiunto – ha parlato anche in un’altra maniera e in un’altra forma al suo popolo: con le teofanie. Quando cioè lui si avvicina al popolo e si fa sentire, fa sentire la sua presenza proprio in mezzo al popolo”. Ed ha ricordato, oltre all’episodio proposto dalla prima lettura (1 Re 8,1-7.9-13) alcuni passaggi riferiti ad altri profeti.

“Succede lo stesso anche nella Chiesa – ha spiegato il Papa –”.

Leggi tutto