XII Sinodo dei Vescovi dal 5 al 26 ottobre 2008

“La parola di Dio nella vita e nella missione della Chiesa”
Lo scopo è di estendere e rafforzare l’incontro con la Parola come fonte di vita dei credenti per ascoltare Dio e parlare con Lui, perché ‘l’ignoranza delle Scritture è ignoranza di Cristo’ (S. Girolamo).
Inoltre l’uso della Bibbia è importantissimo nel dialogo ecumenico e nel confronto interreligioso. Ma la Bibbia non deve essere usata in chiave antiebraica o per sostenere sentimenti antisemiti, ed è necessario evitare ogni interpretazione arbitraria e riduttiva.
E’ il primo Sinodo convocato da Benedetto XVI, ma è il secondo Sinodo presieduto da Benedetto XVI dopo quello dedicato a “L’Eucaristia: fonte e culmine della vita e della missione della Chiesa”, che ha avuto luogo nell’ottobre 2005. L’assemblea sinodale era stata convocata da Giovanni Paolo II.

Il Sinodo dei Vescovi è un’istituzione permanente decisa da Papa Paolo VI il 15 settembre 1965 in risposta al desiderio dei Padri del Concilio Vaticano II di mantenere vivo l’autentico spirito formatosi dall’esperienza conciliare. La parola ‘sinodo’ derivata da due parole greche, syn che significa ‘insieme’ e hodos che vuol dire ‘strada’ o ‘via’, significa ‘camminare insieme'”.