Invito per le famiglie dei bambini battezzati nel 2022: consegna acquasantiera e acqua benedetta.

Domenica 8 gennaio 2023festa del battesimo di Gesù, alla messa delle 9,30: consegna dell’acquasantiera alle famiglie dei bambini battezzati  nel 2022. L’ acqua benedetta sarà disponibile anche per gli altri genitori. Tutti invitati! (seguirà un momento conviviale offerto dai catechisti presso il Centro di Formazione Professionale CFP San Luigi a due passi dal duomo).

Carissimi, quante volte nel corso dell’anno abbiamo osservato nonni, papà e mamme con bambini che leggevano i nomi dei “nuovi battezzati” scritti nel pannello posto accanto al  Fonte battesimale  con nomi e date…. e poi, incuriositi, entravano nella cappella vicina dove, con disegni curatissimi, sono ricordati i piccoli battezzati negli anni scorsi.

Sono 13 i battezzati del 2022. Con loro ci siete anche voi genitori con i fratelli più grandi, le madrine, i padrini e i nonni. Ci mettiamo anche noi, catechisti battesimali, con i preti del Duomo coinvolti a condividere “la trasmissione della fede ai vostri figli”. La storia di ciascuna vostra famiglia è diventata anche nostra. Si è creato un legame di amicizia che è doveroso coltivare (il Battesimo crea parentela).

E’ bello accogliere in duomo gruppi di ragazzi in visita al Fonte perchè a catechismo stanno riflettendo sui “simboli battesimali”. Un bambino si è presentato tutto orgoglioso con una scatola ben curata e, aprendola, ci ha mostrato la veste bianca, la candela, il libretto e la foto del suo Battesimo. C’era anche la lettera che gli avevano scritto i suoi genitori e i padrini. Sul coperchio della scatola c’era la data del suo Battesimo.

Ci è venuto in mente papa Francesco che in diverse occasioni ha raccomandato di ricordare e di “ritornare” con riconoscenza alla data del nostro Battesimo, dei piccoli e dei grandi.

Qual è allora il significato dell’acquasantiera che si riceve nella festa del Battesimo del Signore?

L’acqua rimanda al Battesimo e l’acquasantiera al legame tra le nostre famiglie e il Fonte battesimale “Tutti là siamo nati, rinati cristiani”.

Con l’acqua benedetta potremo farci il segno della croce, segnare i nostri piccoli, benedire o far benedire la nostra famiglia che il catechismo chiama “Chiesa domestica”.

L’acqua ci ricorda l’appartenenza alla comune “vocazione” nostra e dei nostri bambini a qualcosa di bello, di grande. Sono e siamo stati battezzati, cioè immersi nella famiglia di Dio che è Padre, Figlio e Spirito Santo (la Trinità).

Il ritrovarci in duomo è una tappa nella conoscenza e confidenza tra famiglia e parrocchia. E’ questo il compito che ci è stato affidato e che cerchiamo di assolvere come catechisti battesimali. L’appuntamento di gennaio sarà un’occasione bella per incontrarci con il nuovo parroco, don Massimo Gallina.

L’acqua , come dice il Catechismo dei bambini al n.84, è il segno principale del Battesimo. Evoca tanti eventi vitali: disseta, feconda, rinfresca, purifica. Nella Bibbia evoca anche interventi divini nella storia della salvezza: le acque del diluvio, l’acqua sgorgata dalla roccia, l’acqua del Giordano. A questo proposito ci vengono alla mente tre pagine significative del CdB: l’arca di Noè a pag.76, Mosè salvato dalle acque a pag. 80, Gesù che comanda alla tempesta e ritorna il sereno nel lago di Galilea a pag. 98. Tutti episodi molto belli da raccontare ai “piccolissimi” più grandi.

Augurandovi per il 2023 ogni bene, con amicizia

Simona e Roberto Botter, Marina e Renzo Rossetto, Emilia e Domenico Redigolo, Laura e Umberto Schiavolena con i sacerdoti e il diacono Franco.