Cent’anni fa arrivava il nuovo parroco di San Donà: don Luigi Saretta (parte terza)

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">
Duomo di San Donà del 1842 distrutto nell'anno di guerra 1917-18100 anni fa il giovane don Luigi Saretta arrivava a San Donà, comune allora di 14.000 abitanti, quale nuovo arciprete di quella vasta parrocchia.
L'affidamento (già sul finire del 1914) di questa nuova, impegnativa missione da principio lo trovò restio.
Tuttavia, il giovane sacerdote montebellunese, dopo l'affidamento ufficiale della Parrocchia (11 gennaio 1915) e l'arrivo a San Donà (26 giugno 1915) con fede ed impegno mise in atto il suo proverbiale zelo.

Già nell'aprile del 1915, prima del suo arrivo, il neo parroco scrisse due lettere di saluto, al Vicario e a Giuseppe Bortolotto, Sindaco di San Donà, che gli rispose schiettamente, dopo i saluti di circostanza:
Leggi tutto

Il saluto del nuovo parroco di Mussetta, don Edmondo Lanciarotta

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">

La chiesa di Mussetta di SottoCarissimi fratelli e sorelle della comunità parrocchiale di Mussetta di S. Dona di Piave, con trepidazione e commozione giungo in mezzo a voi, inviato dal Vescovo, a continuare il servizio pastorale avviato con tanta passione da d. Lino, in particolare con la costruzione della bella chiesa e proseguito con gli altri parroci fino a d. Giuseppe, intraprendente ed efficace, in particolare con l'edificazione del bel oratorio, della confortevole canonica, oltre che l'estensione ed il consolidamento della Scuola dell'Infanzia, e dai vicari o collaboratori pastorali, come d. Mauro, punto di riferimento, in particolare per il mondo giovanile. Fin d'ora, desidero camminare con ciascuno di voi, condividendo gioie e speranze, tristezze ed angosce, cercando insieme i segni dell'amore misericordioso di Dio per ogni creatura, seguendo Gesù Cristo, il Crocifisso.

Mi presento a voi con questo segno (calice e pane ai piedi della croce impiantata nella terra) e con la Parola di Dio ("Fratelli, io ritenni di non sapere altro in mezzo a voi se non Gesù Cristo e questi crocifisso", 1 Cor 2,2).

Leggi tutto

Il parroco di Mussetta saluta la sua comunità parrocchiale

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">
don Giuseppe MintoPer salutarvi, dopo quasi 19 anni in questa comunità cristiana di Mussetta, riprendo tre parole:
Grazie al Signore e a voi: è molto più ciò che ho ricevuto che non quello che sono riuscito a dare.

Chiedo perdono al Signore e a voi come diciamo all'inizio della Santa Messa: perché ho peccato in pensieri, parole, opere e omissioni.

La Comunione della preghiera non si spezza: vi ricorderò e pregherò per voi e voi pregate per me.
Leggi tutto

Il parroco di Mussetta comunica il suo trasferimento.

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">

don Giuseppe Minto, parroco di MussettaPartenze, arrivi e ... preghiera.

Nelle scorse estate avvicinandosi i tempi dei trasferimenti dei sacerdoti tante volte vi ho invitato a pregare per i Sacerdoti e per le comunità interessate da questi cambi. Quest'anno vi chiedo di pregare anche per don Mauro, per me, per la nostra comunità e per il sacerdote che verrà. Il Vescovo ci ha infatti chiamati a continuare il nostro ministero sacerdotale in altre comunità e chiede a voi di saper accogliere un nuovo Parroco. La prossima settimana saremo in grado di comunicare i luoghi a cui siamo inviati e il nome del nuovo parroco di Mussetta. I tempi dell'avvicendamento li comunicheremo prossimamente. Pregare perché? Per vivere con fede, speranza e carità anche questi momenti. Siamo un po' tutti, in maniera diversa, chiamati a vivere una obbedienza che ci chiede di lasciare, ringraziare, perdonare ed essere perdonati, ripartire, accogliere, condividere... La preghiera ci mette in contatto con il Signore, ci aiuta a vivere gli eventi della nostra vita con il suo cuore, con i suoi sentimenti che portano a piena maturità i nostri.

don Giuseppe Minto

Ama la tua parrocchia

Collabora, prega e soffri per la tua parrocchia, perché devi considerarla come una madre a cui la Provvidenza ti ha affidato: chiedi a Dio che sia casa di famiglia fraterna e accogliente, casa aperta a tutti e al servizio di tutti. Da' il tuo contributo di azione perché questo si realizzi in pienezza. Collabora, prega, soffri perché la tua parrocchia sia vera comunità di fede: rispetta i preti della tua parrocchia anche se avessero mille difetti: sono i delegati di Cristo per te. Guardali con l'occhio della fede, non accentuare i loro difetti, non giudicare con troppa facilità le loro miserie perché Dio perdoni a te le tue miserie. Prenditi carico dei loro bisogni, prega ogni giorno per loro.

Leggi tutto

“Non ho accumulato beni materiali, non possiedo nulla e non mi manca niente”

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">
Suor Alma Chiara SartorSuor Alma Chiara Sartor, missionaria sandonatese in Guinea-Bissau (Africa Occidentale), ci scrive in occasione dei suoi 50 anni di Professione religiosa. Lo fa con gioia, ricordando alcuni fatti significativi della sua fanciullezza e confidando cosa significano per lei i Voti di Povertà, Castità e Obbedienza...

Voglio iniziare questo momento di festa con le parole di Maria "L'anima mia magnifica il Signore e il mio Spirito esulta in Dio mio Salvatore".
Sì! Sono proprio queste parole che esprimono la mia allegria di poter celebrare con voi 50 anni di Professione religiosa.
In questo momento non posso fare a meno di ricordare i miei genitori perché sono convinta che buona parte della mia dimensione spirituale trovi in loro e nella mia grande famiglia le sue origini. A questo proposito vi racconto un fatto importante:
Leggi tutto

Il mezzo secolo della Parrocchia di Mussetta (Parte quarta ed ultima)

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">
Chiesa parrocchiale di MussettaCompletiamo la pubblicazione degli articoli apparsi nel Foglietto Parrocchiale del Duomo in occasione della fondazione della Parrocchia Santa Maria Assunta di Mussetta.
Cogliamo l'occasione per invitare a visitare l'interessante Mostra fotografica allestita nell'auditorium parrocchiale di Mussetta, in cui è possibile ammirare le foto in bianco e nero degli avvenimenti descritti in questi articoli.
Auspichiamo che sia possibile vedere anche l'attesa pubblicazione di un libro che con testo e immagini ripercorra i primi 50 anni di vita di questa giovane e vivace Parrocchia...

Benedetta la nuova Chiesa Parrocchiale dell'Assunta a Mussetta (F.P. 27 agosto 1967)
Leggi tutto

Il mezzo secolo della Parrocchia di Mussetta (Parte terza)

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">
La Chiesa Parrocchiale di MussettaContinuiamo la lettura degli articoli apparsi nel Foglietto Parrocchiale del Duomo in occasione della fondazione della Parrocchia Santa Maria Assunta di Mussetta, 50 anni fa.
Per l'occasione viene inaugurata questa sera, venerdì 2 agosto 2013, una Mostra fotografica che fa ripercorrere con immagini gli avvenimenti dell'avvio e in particolare la costruzione della chiesa.
Nei Foglietti Parrocchiali del 1963, 1966 e 1967 possiamo leggere la cronaca dell'inaugurazione dell'asilo e della chiesa parrocchiale.

Mussetta in festa (F.P. 24 novembre 1963)

Sabato 16 novembre, con la presenza del Vice Prefetto Dott. Ronca, del Vicario Generale della diocesi Mons. Dott. Guarnier, del Signor Provveditore agli Studi, del Rappresentante della Provincia Ing. Gusso, del Sindaco e di tutte le altre Autorità Civili e Scolastiche del Comune, con la partecipazione del popolo della nuova Parrocchia è stato ufficialmente inaugurato il nuovo Asilo, di Mussetta.
Leggi tutto

Il mezzo secolo della Parrocchia di Mussetta (Parte seconda)

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">
Nell'anno cinquantesimo di fondazione della Parrocchia Santa Maria Assunta di Mussetta (il decreto vescovile è del 31 dicembre 1962) continuiamo a riportare la cronaca dell'epoca tratta dai vari articoli apparsi sul Foglietto Parrocchiale del Duomo.
L'arciprete della parrocchia matrice, mons. Angelo Dal Bo, fu delegato vescovile in attesa della nomina ufficiale del nuovo parroco, che avverrà il 1 marzo 1964 con don Lino De Biasi. Il nuovo parroco fece il suo ingresso ufficiale il 19 aprile di quell'anno. Agli inizi la località veniva chiamata "Riva di Piave".

Festa Patronale di Santa Maria Assunta (F.P. 25 agosto 1963)
Leggi tutto

Il mezzo secolo della Parrocchia di Mussetta (Parte prima)

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">
La Parrocchia Santa Maria Assunta di Mussetta sta festeggiando i suoi primi cinquant'anni. Rileggendo alcuni articoli apparsi nel Foglietto Parrocchiale (F.P.) del Duomo di quel 1963 si rivive la cronaca dei primi passi della nuova parrocchia a cui, curiosamente, all'inizio fu dato il nome di "Riva di Piave".

Inaugurata la nuova Parrocchia di Riva di Piave (F.P. 9 giugno 1963)

don Lino de BiasiLa popolazione delle due frazioni, preparate da un triduo predicato dal delegato Vescovile della nuova parrocchia, l'Arciprete di S. Donà, si trovò numerosa domenica 2 giugno nella nuova sala annessa al nuovo Asilo e che d'ora in poi sarà adibita a chiesa in attesa che sorga la vera nuova chiesa parrocchiale.
C'era la solenne cerimonia della Prima Comunione di 31 bambini durante la 1a Messa che Mons. Dal Bo celebrò nella nuova sala-cappella.
Un indovinato impianto per la trasmissione di un concerto armonioso di campane fece più lieto l'avvenimento. Nel pomeriggio, con una devota processione, l'immagine della Madonna fu trasportata da quello che fu fin'ora l'Oratorio del vecchio Asilo, nella nuova cappella. In un anno, quanto lavoro, quanto entusiasmo, e quanti sacrifici!
Brava la popolazione delle due frazioni e bravo soprattutto il sacerdote Don Lino De Biasi che l'ha guidata e sostenuta in questa impresa. Il Magnificat cantato alla fine della Messa voleva dire al Signore la grande riconoscenza di un popolo che con l'inizio della nuova parrocchia vuole incamminarsi per le vie di sempre maggiore religiosità, moralità e fraterna carità.
Domenica 9 giugno il Vescovo sarà a Riva di Piave per la S. Cresima. La popolazione si prepara a riceverlo con la massima solennità ed esultanza.

Riva di Piave (F.P. 30 giugno 1963)
Leggi tutto

Ricordo di don Pio Pietrobon, già parroco di Mussetta

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">

fonte: Camminare Insieme n. 23 del 9 giugno 2013

don Pio PietrobonIl 4 giugno scorso è morto nella casa del clero a Treviso don Pio Pietrobon.

Aveva adempiuto al suo ultimo incarico come cappellano della casa di riposo a Selva del Montello fino al marzo scorso quando non sopportando più i dolori aveva accettato di chiamare il medico. Dopo un urgente intervento chirurgico le sue forze non sono riuscite a contrastare il male ormai in stato avanzato.

Il nostro ricordo è doveroso, filiale e fraterno nella fede perché don Pio è stato nostro Parroco qui a Mussetta dal 1991 al 1995.
A distanza di tempo con rispetto e sincerità possiamo dire che il suo venire fra noi fu per lui una obbedienza non facile e che fu motivo di alcune sofferenze e incomprensioni.

Lasciava Parrocchia di Ballò dove era amato da molti, una comunità che conosceva da tempo per entrare nella Parrocchia di Mussetta, una realtà in rapida espansione demografica e con problematiche molteplici e differenti.

Inoltre Don Pio succedeva a don Marco Scattolon, che era stato chiamato a reggere la popolosa parrocchia di Orgnano; sacerdote più giovane di lui che da neanche quattro anni era Parroco di Mussetta e che si era bene inserito facendosi benvolere dalla comunità.
Nonostante le fatiche don Pio fu obbediente e fedele; si impegnò con le sue forze ad affrontare le necessità della parrocchia non mancando di riconoscere i suoi limiti e non tacendo quelli della comunità.
Leggi tutto

Consacrazione della Chiesa Parrocchiale di Mussetta Santa Maria Assunta – 9 maggio 1976

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">

Chiesa parrocchiale di Mussetta di San Donà - foto: parrocchia di Mussettafonte: Foglio Settimanale n. 18 anno XX

La Chiesa Parrocchiale S. Maria Assunta di Mussetta è opera dell'Architetto Angelo Polesello (che diventerà prima sacerdote diocesano di Fiesole e poi frate minore francescano OFM), assistito dal Geometra Achille Ascari.

Fu una delle prime chiese del Triveneto costruite secondo le indicazioni liturgiche approvate dal Concilio Ecumenico Vaticano II.
La posa della prima pietra avvenne il 1 novembre 1966. L'edificio sacro fu benedetto e inaugurato il 15 agosto 1967.
Il 9 maggio del 1976 Mons. Antonio Mistrorigo Vescovo di Treviso consacrò il nuovo Tempio intitolandolo a Dio Onnipotente e a S. Maria Assunta. La pianta dell'edificio rappresenta la "M" di Maria. Le falde del tetto vogliono richiamare il manto della Madonna; la Vergine è simboleggiata nella figura del campanile.
Leggi tutto

7 maggio 2013 – XXV anniversario della morte di don Lino De Biasi

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">

fonte: Camminare Insieme - Foglio settimanale n. 18 anno XX

don Lino De Biasi - fonte parrocchia di MussettaDon Lino De Biasi era originario della parrocchia di Spercenigo, dov'era nato il 19 agosto 1921. Entrò nel Seminario Vescovile diocesano fin da ragazzo e seguì l'itinerario della sua formazione culturale, spirituale e teologica fino all'ordinazione presbiterale avvenuta a Treviso il 29 giugno 1948.

Nell'agosto dello stesso anno iniziò il suo ministero come cappellano a Abbazia Pisani, da dove, nell'agosto del 1953 fu trasferito per un anno a Caerano di S. Marco, e quindi, dal 1954 al 1957 come cappellano a Villorba. Nell'autunno del 1957 ebbe l'incarico nella parrocchia di S. Donà di Piave per coadiuvare l'Arciprete nella zona pastorale di Mussetta, nella prospettiva di avviare una comunità cristiana autonoma e una nuova parrocchia. Questo avvenne all'inizio del 1964 e Don Lino vi fu nominato primo parroco.

Leggi tutto

La parrocchia di Mussetta ricorda il suo primo parroco

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">

Mussetta: Festa Esterna della dedicazione della Chiesa Parrocchiale

Si ricorda il primo Parroco  don Lino De Biasi a 25 anni dalla sua morte avvenuta il 7 maggio 1988.

La Parrocchia S. Maria Assunta è stata istituita con decreto vescovile il 31 dicembre 1962. Le conferme canoniche giunsero nel marzo 1963. La sua gestazione era già stata preparata dai tempi nuovi ed esigenze nuove quali la crescita demografica di San Donà di Piave, il tentativo di essere più vicini alla gente e più presenti nel territorio e dall'intuizione di don Lino De Biasi che dal 1957 era cappellano della chiesa frazionale di Mussetta di Sotto e successivamente, dal 1961, anche di Mussetta di Sopra. Mons. Luigi Saretta, Arciprete di San Donà di Piave dal 1914 aveva lasciato il suo incarico nel 1961; nello stesso anno giunse Mons. Angelo Dal Bo nuovo parroco. Proprio nel 1961 don Lino aveva impegnato delle somme per l'acquisizione del terreno pro opere parrocchiali.

Leggi tutto