Le ultime da p. Italo Padovan, missionario in Madagascar

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">
Padre Italo PadovanMorondava-Madagascar: 14-27 luglio 2015

Carissimi, pace e bene a tutti!
Finalmente sono arrivato di nuovo nella nostra missione di Morondava-Madagascar. Il viaggio è andato benissimo; a parte i consueti ritardi! All'aeroporto c'era ad aspettarmi l'autista del Vescovo malgascio carmelitano Mgr. Padre Fabien. Siamo partiti per un viaggio di 800 km di buon mattino, ore 05,00 per arrivare alla Missione alle ore 17,00: tutto ok!
Ho ritrovato i miei Confratelli pronti ad accogliermi con un bel sorriso! Dopo una settimana di permanenza nella casa del nostro Vescovo, ci siamo trasferiti nella nel nostro convento ormai ben protetto contro le incursioni dei ladruncoli e anche dei briganti.
Ci sentiamo ormai sicuri: non solo per il muro di protezione ma soprattutto per la protezione del Padrone della vigna: se vuole che lavoriamo ancora per Lui ci deve dare una mano in tutto!
Leggi tutto

P. Italo Padovan: “Ritorno in Madagascar con una presenza nuova”

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">
Padre Italo Padovan col Gruppo Missionario P. Italo Padovan, classe 1943, carmelitano scalzo originario di Passarella, ritorna missionario in Madagascar, a 37 anni dalla sua prima partenza nel 1977 e dopo 11 anni trascorsi in Italia (tra Treviso e Verona) con l'incarico di zelatore per le missioni.
La domanda degli amici del Gruppo Missionario "P. Sergio Sorgon", che lo hanno incontrato per salutarlo, sorge piuttosto spontanea: "Perché questo ritorno nell'Isola Rossa? Mal d'Africa?.."
Per rispondere, il missionario, va alle motivazioni che l'hanno fatto ritornare in Italia, nel 2003, dopo 26 anni in Madagascar:
"Dopo molti anni di attività pastorale lì, capii che era il momento di staccare, per lasciar fare ai giovani che avevamo fatto crescere; era meglio che mi ritirassi per lasciar spazio a loro, lasciar loro la responsabilità, come fanno i genitori con i figli.
Leggi tutto

P. Marcello Sorgon: “Torno anche per condividere l’esperienza missionaria”

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd">
P. Marcello Sorgon, carmelitano scalzo, dal 1973 in MadagascarP. Marcello partì per il Madagascar 40 anni fa, con il quarto gruppo missionario dei Carmelitani Scalzi della Provincia Veneta: i primi tre padri (tra cui il confratello e cugino p. Sergio Sorgon) arrivarono nell'"Isola rossa" nel 1969.
Dopo due anni è rientrato in Italia per un consueto breve periodo di riposo, in cui approfitta anche "per sensibilizzare e condividere l'esperienza missionaria".
P. Marcello Sorgon ha incontrato volentieri il Gruppo Missionario "P. Sergio Sorgon" nella nuova sede ricavata nei locali rinnovati al piano terra della casa parrocchiale, lunedì 27 maggio scorso.
"L'importante non è il fare, ma il vivere la missione: chiamata e missione fanno parte della vita cristiana." Racconta di un Paese in cui stanno aumentando i poveri: lo si vede dalle sempre più numerose persone che nei dintorni della capitale vanno a rovistare nelle discariche; sono molti i funerali di persone giovani e pochi arrivano alla vecchiaia.
Se a livello sociale si sta peggiorando, la Chiesa cattolica invece, pur con le sue difficoltà, sta camminando bene e non mancano le vocazioni...

La fede cristiana in Madagascar
Leggi tutto