Conclusione dell’Anno Santo in cattedrale

Domenica 13 novembre il Vescovo ha presieduto la Messa di conclusione dell’Anno Santo della misericordia.

 

 

 

 

 

 

Ascolta l'omelia, clicca qui .

 

Omelia nella chiusura del Giubileo della Misericordia
Cattedrale di Treviso, 13 novembre 2016

 

Fratelli e Sorelle,
nel chiudere nella nostra diocesi, come avviene oggi in tutte diocesi del mondo, l’Anno giubilare della misericordia, avvertiamo dentro di noi un  entimento di profonda gratitudine al Signore. Abbiamo coscienza che questo Giubileo è stato per noi un dono; e qui la gratitudine sincera va anche al nostro amato papa Francesco per la sua luminosa intuizione. Abbiamo accolto proposte dis riflessione e di conversione interiore, abbiamo vissuto esperienze di fede e di attenzione al prossimo, abbiamo aperto gli occhi sul mondo in maniera nuova.

Potremmo, in questo momento, fare una sorta di bilancio di come è stato accolto questo evento giubilare, richiamando ciò che abbiamo potuto vedere all’esterno: la partecipazione di tante persone ai vari appuntamenti e pellegrinaggi giubilari, a cominciare già dal momento stesso in cui abbiamo aperto la Porta Santa in questa cattedrale e in altre chiese della diocesi; l’accostarsi di molti al sacramento della Riconciliazione; il coinvolgimento in iniziative che hanno attuato opere di misericordia di vario genere. Ma sarebbero computi superficiali e forse anche privi di senso. Noi crediamo all’opera silenziosa e nascosta di Dio nei cuori e nelle coscienze: essa ci rimane invisibile; ne possiamo scorgere,  tutt’al più, solo degli indizi, dei segni. Per descrivere il modo in cui Dio opera, Gesù usa l’immagine del “seme”: il seme della Parola; il seme del Regno. Nel vangelo di Marco leggiamo: «Così è il regno di Dio: come un uomo che getta il seme sul terreno; dorma o vegli, di notte o di giorno, il seme germoglia e cresce. Come, egli stesso non lo sa» (Mc 4,26s.). Noi vogliamo credere che questo anno giubilare abbia sparso semi di Vangelo nella vita di tante persone.

Leggi tutto

Invito per le famiglie alla Porta Santa

Invito per i genitori dei "piccolissimi" battezzati in questi ultimi anni:

 

domenica 15 maggio, Pentecoste, si chiuderà la Porta Santa nel nostro Duomo di San Donà.

L'invito è per vivere anche "come famiglie" questo momento giubilare.

ore 11.00 ritrovo davanti al campanile: saluti e preghiera di introduzione.

ore 11.20 breve pellegrinaggio e Passaggio alla Porta della Misericirdia.

ore 11.30 santa messa di Pentecose con Memoria del Battesimo

 

I catechisti battesimali

Leggi tutto

La meditazione di don Silvano Perissinotto al pellegrinaggio vicariale alla Cattedrale

Pellegrinaggio vicariale alla CattedraleDomenica 21 febbraio, seconda di Quaresima, tutte le parrocchie del vicariato di San Donà si sono recate in pellegrinaggio alla Cattedrale.

Ascolta la meditazione di don Silvano Perissinotto al pellegrinaggio del vicariato di San Donà di Piave alla Cattedrale, clicca qui

Guarda le foto del pellegrinaggio, clicca qui.

I vicariati di San Donà di Piave, di Mogliano e di Asolo-Spresiano, hanno vissuto insieme l’esperienza del pellegrinaggio in comunione con la Chiesa diocesana e la Chiesa universale.

Il pellegrinaggio è

Leggi tutto

Apertura della Porta Santa nel Duomo di San Donà

Vescovo Gianfranco Agostino GardinIl Vescovo della nostra diocesi di Treviso Gianfranco Agostino Gardin ha disposto l’apertura di altre tre Porte Sante nella nostra diocesi, rispondendo così all’invito del Papa di estendere l’opportunità per i fedeli di incontrare la Misericordia di Dio attraverso l’indulgenza giubilare.

 

 

Le Porte Sante saranno aperte:  

  • nel Duomo di San Donà di Piave, dal 12 febbraio, primo venerdì di Quaresima, al 15 maggio, solennità di Pentecoste;
  •  nel Santuario delle Cendrole a Riese Pio X, sempre
Leggi tutto

Gli auguri del Vescovo Gianfranco Agostino Gardin alla diocesi

Vescovo Gianfranco Agostino GardinNatale: facciamoci “piccoli” come Lui

Carissimi fratelli e sorelle della Chiesa di Treviso, desidero, in prossimità del Santo Natale, far giungere a tutti voi il mio augurio più cordiale, accompagnato da qualche semplice riflessione.

Il Natale di quest’anno porta, per così dire, l’impronta della misericordia. Molti di noi hanno ancora negli occhi il momento suggestivo e assai partecipato dell’apertura della Porta Santa nella nostra cattedrale, vissuto domenica 13 dicembre. Siamo così entrati in un tempo nel quale riconoscere con particolare …

Leggi tutto

Apertura della Porta santa a Treviso: una liturgia per celebrare la Misericordia

Appuntamento in Cattedrale a Treviso (piazza Duomo) alle 15.30 per l’apertura della Porta Santa

Papa Francesco ha aperto la Porta Santa nella basilica di San Pietro martedì 8 dicembre: è stato l’inizio dell’Anno giubilare straordinario della misericordia.

Francesco ha invitato ogni diocesi a una particolare celebrazione nelle cattedrali il 13 dicembre: «Nella stessa domenica – la III di Avvento – in ogni chiesa particolare, nella cattedrale che è la chiesa madre per tutti i fedeli, […] si apra per …

Leggi tutto

50 anni fa la firma della Gaudium et Spes a chiusura del Concilio Vaticano II

I Padri Conciliari riuniti a San PietroL’8 dicembre del 1965 Papa Paolo VI concludeva il Concilio Vaticano II. Solo il giorno prima, il 7 dicembre, fu firmato l’ultimo dei sedici documenti (4 costituzioni, 9 decreti, 3 dichiarazioni), la Costituzione Pastorale Gaudium et spes.
Nel prossimo numero natalizio del Giornalino Parrocchiale sarà pubblicato un commento su questo documento a cura di don Stefano Didonè, docente di Teologia fondamentale, che così scrive come introduzione:
La costituzione pastorale Gaudium et spes non si presenta
Leggi tutto

Iniziative per i ragazzi della nostra diocesi in occasione del Giubileo della Misericordia

fonte: Ufficio Catechistico diocesi di Treviso

GIUBILEO DEI RAGAZZI

Accompagnare a varcare la porta

L’Ufficio Catechistico, in collaborazione con altri Uffici diocesani e associazioni, propone alcune iniziative per accompagnare i ragazzi a comprendere e vivere l’esperienza di grazia del Giubileo della Misericordia, voluto da papa Francesco.

ITINERARIO GIUBILARE A TREVISO

La prima proposta è l’itinerario giubilare a Treviso che, partendo dalla visita alla mostra “Il Vangelo secondo Giotto”, fa vivere a bambini e ragazzi il passaggio della Porta della Misericordia.…

Leggi tutto

Accoglienza dei rifugiati: ecco il vademecum per le parrocchie

fonte: Chiesa Cattolica Italiana

Papa Francesco ha chiesto: “alle parrocchie, alle comunità religiose, ai monasteri e ai santuari di tutta Europa” di “accogliere una famiglia di profughi”.

accogliere i rifugiati e i richiedenti asiloEcco il Vademecum approvato dal Consiglio Permanente con una serie di indicazioni pratiche per le diocesi italiane e le parrocchie circa l’accoglienza dei richiedenti asilo e rifugiati.

La Chiesa italiana, già in prima linea nella prossimità ai migranti, indica così alle comunità locali chi, dove, come, quando accogliere, in risposta all’appello lanciato da …

Leggi tutto

Don Stefano Didonè presenta l’Anno Santo della Misericordia

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "https://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd"> Don Stefano Didonè presenta l'Anno Santo della MisericordiaDon Stefano Didonè presenta l'Anno Santo della MisericordiaDon Stefano Didonè, Docente di Teologia Fondamentale nel Seminario di Treviso, ha incontrato gli operatori pastorali della parrocchia del Duomo per presentare la Bolla di Indizione del Giubileo straordinario della Misericordia voluto da Papa Francesco.

Leggi o scarica la relazione di don Stefano, clicca qui

San Donà di Piave, 6 giugno 2015

«MISERICORDIAE VULTUS»
IL MISTERO DI DIO SECONDO FRANCESCO

Beati i misericordiosi,
perché troveranno misericordia.
(Mt 5,7)

Don Stefano Didonè presenta l'Anno Santo della MisericordiaIntroduzione

«Senza la misericordia la nostra teologia, il nostro diritto, la nostra pastorale corrono il rischio di franare nella meschinità burocratica o nell'ideologia, che di natura sua vuole addomesticare il mistero» 1. Inizio con queste parole incandescenti di Francesco ad introdurmi nel tema di questa sera, che è l'invito alla lettura della Bolla papale Misericordiae vultus2. Cercherò di presentare il contesto ecclesiale e culturale in cui avviene l'annuncio e alcuni nodi a mio avviso centrali per cogliere il senso e il valore di questo Anno santo, ma anche la 'sfida' che esso comporta. Il tema è da 'prima linea' sul fronte caldo dei vari temi presenti nell'agenda ecclesiale, anche per motivi pratici (le date), ma anche dal punto di vista teologico.
Leggi tutto